home

Il rito Sacramentale del Battesimo si svolge in forma rigorosamente assembleare e svolto alla vigilia della Pasqua come da Tradizione, dopo che i catecumeni hanno concluso il loro cammino spirituale.

 

La forma ottagonale del fonte battesimale, realizzato in marmo e legno, è volutamente semplice e intuitiva, forse per alcuni scontata, ma credo qui efficace nella sua “semplicità” formale; dal punto di vista iconografico nella faccia dell’ottagono rivolta verso l’ingresso sarà inserita l’immagine di Stant’Agostino uomo di scienza, laico, e in quella rivolta verso l’aula l’immagine di Sant’Agostino Vescovo e Dottore della Chiesa.

La sua collocazione nella chiesa, oltreché precedere rigorosamente l’aula, tiene conto anche della possibilità di utilizzo del sagrato quale luogo celebrativo in caso di grande affluenza di fedeli, come nel caso dei battesimi, oppure per la Confermazione, con la “presenza” di 100 ed oltre catecumeni e qualche centinaio di familiari, rendendo il pronao un ideale “presbiterio temporaneo” con il fonte battesimale immediatamente disponibile; inoltre questa collocazione, subito dopo l’ingresso, coincide anche con un personale recupero di quel “segno permanente” che accoglie non solo il catecumeno ma anche il battezzato lungo tutto il suo percorso di vita cristiana.